Archivio di giugno 2011

Davide

Davide è stato il primo ragazzo che ci ha provato apertamente con me, ma all’epoca non ero sicuro di essere gay e rimandavo qualunque azione al momento in cui avessi avuto quella certezza. (Paradossalmente, accadde soltanto due o tre […]

Caro Corriere della Sera, saprei far meglio

Il Corriere della Sera sta cercando giovani redattori. Essenzialmente, non ho i requisiti per partecipare: direi però di saper far meglio di ciò che si legge oggi. Prendiamo ad esempio gli articoli, apparsi in questi giorni, riguardanti un duplice […]

Senza titolo

Sono dolorantissimo: ho preso una brutta caduta ed ho battuto con la spalla per terra. A distanza di diverse ore, ancora non riesco a muoverla senza dolore. Spero passi presto: non vorrei fermarmi con la palestra e le spalle […]

Con calma…

Ché non è possibile che apro Msn per vedere se ho compagnia per il Pride di domani e mi subissate tutti di richieste per stasera. È vero che un po’ di feedback positivo fa sempre piacere: In quell’altra finestra: […]

Il chimico

L’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters è uno dei capolavori della poesia del Novecento. Con un linguaggio scarno ma grandemente efficace, l’autore riunisce una serie di immaginari epitaffi: attraverso di essi, coglie l’occasione per tracciare una sorta […]

It’s time to party!

Cioè, uno non può fare un normalissimo videopost in cui schiappetta al ritmo di una canzone supertrash che sùbito diventa un tormentone tra gli amici, etero compresi. Di questo devo ringraziare so-io-chi, che vedo troppo poco per potermela prendere […]

Giro al centro commerciale

Sono di ritorno da un giro al centro commerciale e vi propongo le mie osservazioni odierne: Sono importanti le mnemotecniche, sapete?  Se, ad esempio, parcheggiate nel lotto B14 siate pur certi che una frase originale vi consentirà di ricordarlo […]

Autoscatto

Nella pagina del post trovate un mio autoscatto: è un modo senza pretese per farmi vedere meglio ai miei lettori, senza però svelare la mia identità.

Grégory Lemarchal – Sos d’un terrien en détresse

Adoro questa canzone e soprattutto la sua interpretazione dolcissima ad opera del piccolo principe Grégory Lemarchal, che riposi in pace. Le parole sono taglienti, cariche di pathos, un po’ tristi: pourquoi je vis, pourquoi je meurs. Soprattutto sento mio […]

Il ragazzo che si faceva le seghe in aula

Da uno sguardo alle statistiche, il post sui ragazzi nudisti è quello più cliccato: cerchiamo  quindi di accontentarvi. Dunque, parliamo perciò della curiosa vicenda di Tim Perry, un giovane studente australiano che sognava di girare un porno. Nonostante i […]