Elle, il mio ex

No, non posso parlare diffusamente del mio ex: mancherebbe lo spazio. Ma qualcosa voglio scriverla egualmente.

C’erano due lati che costituivano la persona di Elle: a giudicare dal primo, si potrebbe dire ch’era il più azzurro dei prìncipi azzurri che uno possa figurarsi. Credo siano pochi i ragazzi capaci di amare in modo così tenero, profondo ed intenso.
Il secondo invece era egoista, calcolatore, vendicativo.

Una persona – senz’altro aggiungere – va accettata nella sua interezza: ma il nocciolo della questione, a mio modo di vedere, è sempre nelle dosi di ciascun ingrediente. E purtroppo negli ultimi mesi la sfaccettatura negativa era alla base, diciamo, di un buon 80% del suo comportamento.
Per questo la nostra storia è finita – ne sono convinto – non tanto perché i sentimenti fossero realmente venuti meno, quanto soprattutto perché, per un insieme di fattori, abbiamo iniziato a distruggerci a vicenda (anche se, secondo me, in questo lui era abbastanza più bravo di me – ma è un’opinione di parte).
A quel punto, per stare “bene”, l’unica era imporci la separazione.

Sono stato lasciato, dopo oltre due anni e mezzo, in chat – ma non lo biasimo per questa scelta: era l’unica che aveva. Dal vivo sarebbe bastato che gli stringessi la mano perché le sue intenzioni capitolassero in un abbraccio: era successo così tante volte.

Mi piace dire che abbiamo anche pagato il prezzo di colpe non nostre; a prescindere dalle nostre diversità caratteriali e personali, l’inesperienza e l’asprezza ruvida della prima gioventù le han portate tutti con sé: noi due, assieme abbiamo imparato ad amare, assieme ne abbiam pagato il fio.

La nostra passione aveva un vigore ed una forza ineffabili, così da non essere facilmente compresa all’esterno: se ne risentono gli echi ancor oggi. E talvolta mi chiedo se, dopo questi anni, saremmo maturati abbastanza per scrivere un finale diverso.

Forse non esistono risposte, ma spero lo stesso di non perderlo totalmente di vista, anche se è forte il timore che questo accada.
Sì, è probabile che non siamo fatti per stare assieme, ma vorrei tanto privatamente rivederlo.



Questo è un post di admin scritto in data 13 novembre 2011 alle ore 11:11 e appartiene alla categoria Esperienze. Puoi seguire i commenti a quest'articolo attraverso un feed apposito. Sei invitato a lasciare un commento. Non è consentito il ping.

Scrivi un commento

Protected by WP Anti Spam