Monologhi del culo

Tra i tanti che mi stanno contattando su Romeo in questi giorni, ricevo un messaggio da un individuo la cui foto principale sul profilo ritrae il suo culo in primo piano.

Ad occhio e croce non è male, anche se ora sto per fare una confessione sconvolgente per un gay: esteticamente un culo a me trasmette la centesima parte di quel che mi comunica un cazzo, quindi non ci impazzisco più di tanto.
A limite, secondo i miei gusti, è bello palparlo, leccarlo e, quando si può fare in sicurezza, rimmarlo. (Mi hanno detto che sono bravo, credo il segreto sia andare in profondità con la lingua e metterci passione :D)

Comunque, alla leggera, gli scrivo che ha un profilo simpatico (per via di come si è descritto) e che in genere non rispondo ai culi però, nel suo caso, non mi dispiacciono due chiacchiere.
Arriva una risposta piccatissima:

Ma, ma, ma:

1. Fatevi qualche sega in più. Vi rilassate e scaricate la tensione in modo decisamente più costruttivo, diamine!

2. I miei toni erano scherzosi, lo avrebbe compreso pure un bambino delle elementari.

3. Scrivi in modo più noioso di una sentenza della Cassazione mal formulata.

4. Non so se il tuo buco del culo sia “slabrato”, la tua sintassi però – nonostante i tentativi mal riusciti di adottare un registro stilistico elevato – ha decisamente patito gli effetti di un violento stupro. Due b slabbrato, la derivazione è da “labbra”.

5. In quella posizione ti si poteva comunque trombare doggy style. Il fatto che le tue natiche fossero apparentemente chiuse non avrebbe rappresentato un grosso ostacolo.

6. Non ci sono ammiccamenti? Ma fammi il favore. Piuttosto, non c’è nulla di male che tu ammicchi e se anche ti vuoi mostrare col cazzo in tiro, chi può mai sindacare sul tuo diritto di farlo? Anzi, se è bello, lo guarderò con piacere (sicuramente con un piacere maggiore di quello con cui osservo il tuo sedere).

7. Omnia munda mundis? Credi di essere Fra Cristoforo, oppure ritieni di possedere un’elevata purezza?

8. Lascia che siano gli altri a giudicarti. Chi si loda si imbroda.

9. Cioè, ti ricordi di un annuncio che ho fatto su IRC almeno nel 2002? Implicitamente mi lusinghi parecchio.

Comunque, gli ho risposto per quieto vivere in modo molto conciliante e ho pure scambiato Msn. L’indirizzo era ugualmente provocatorio. Lasciamo perdere :D



Questo è un post di admin scritto in data 22 ottobre 2011 alle ore 14:10 e appartiene alla categoria Gay life. Puoi seguire i commenti a quest'articolo attraverso un feed apposito. Sei invitato a lasciare un commento. Non è consentito il ping.

2 commenti

  1. Garrett McKenna ha detto:

    Mamma mia! Questo tizio si che è nervoso!
    Poi, la parola “slabrato” mi fa venire in mente delle immagini piuttosto spaventose!

Scrivi un commento

Protected by WP Anti Spam