Scoliosis

Continuo a scrivere alcuni post (con materiale preso dal web) dedicati ad argomenti di medicina che mi coinvolgono personalmente in seguito all’interesse che suscitano in me.

Scoliosis (/ˌsklɪˈsɪs/;[1] from Ancient Greek: σκολίωσις skoliosis “bending”[2]) is a common medical condition in which a person’s spinal axis has a three-dimensional deviation.[3] Although it is a complex three-dimensional condition, on an X-ray, viewed from the rear, the spine of an individual with scoliosis can resemble an “S” or a “C”, rather than a straight line.[4]

Scoliosis is typically classified as either congenital (caused by vertebral anomalies present at birth), idiopathic (cause unknown, sub-classified as infantile, juvenile, adolescent, or adult, according to when onset occurred), or secondary to a primary condition.[5]

Secondary scoliosis can be the result of a neuromuscular condition (e.g., spina bifida, cerebral palsy, spinal muscular atrophy, or physical trauma) or syndromes such as Chiari malformation.[5]

Recent longitudinal studies reveal that the most common form of the condition, late-onset idiopathic scoliosis, causes little physical impairment other than back pain and cosmetic concerns, even when untreated, with mortality rates similar to the general population.[6][7] Older beliefs that untreated idiopathic scoliosis necessarily progresses into severe (cardiopulmonary) disability by old age have been refuted by later studies.[8] The rarer forms of scoliosis pose risks of complications such as heart and lung problems. Scoliosis is a lifelong condition; management of the condition includes treatments such as bracing, physical therapy and surgery.

(Source: Wikipedia)

Vocal cords

Continuo a scrivere alcuni post (con materiale preso dal web) dedicati ad argomenti di medicina che mi coinvolgono personalmente in seguito all’interesse che suscitano in me.

The vocal folds, also known commonly as vocal cords or voice reeds, are composed of twin infoldings of mucous membrane stretched horizontally, from back to front, across the larynx. They vibrate, modulating the flow of air being expelled from the lungs during phonation.[1][2][3]

Open when breathing and vibrating for speech or singing, the folds are controlled via the vagus nerve.

(Source: Wikipedia)

Question time: Mi parli di alcuni momenti brutti dell’infanzia?

Potrei citare diverse esperienze spiacevoli, ma mi limiterò a nominare i mesi in cui, alla scuola elementare, sono stato confinato a casa per via di un’otite con sanguinamento.  Mi è stato pertanto riferito di una perforazione timpanica.
A volte mi sono chiesto se questa malattia sia stata la causa di alcune difficoltà che ho sempre avuto, come il comunicare in un ambiente rumoroso, il comprendere alcune persone, o per esempio le parole delle canzoni (anche in italiano).
Se dobbiamo rimanere in argomento, comunque, ho sofferto di dolori all’orecchio anche quando ero molto piccolo, e fui perciò portato da uno specialista che condusse un esame alquanto doloroso.
Ma forse i momenti di più grande sofferenza sono stati verso i dieci anni, quando, per alcuni anni, ho iniziato ad avere pensieri che mi costringevano a ripetere le azioni più banali infinite volte, altrimenti avrei preso l’AIDS, dicevano.
Recarsi in un’altra stanza diventava un compito che richiedeva diversi minuti poiché ero costretto a tornare sui miei passi un’infinità di volte, ma anche il lavarsi le mani o l’indossare dei calzini erano parimenti fatiche erculee.
Immaginate poi uscire per una semplice passeggiata, negli anni in cui la città era costellata da siringhe gettate in strada ed io avvertivo continuamente la sensazione di essermi punto, e quindi ripetutamente mi chinavo e tornavo indietro per assicurarmi di essermi sbagliato.
Il colmo della sventura fu quando a scuola ci venne detto che pensare alle malattie era una profezia autoavverante che implicava che avremmo finito col prenderle davvero. Non controllando quei pensieri, ero davvero terrorizzato.
Tutto ciò dimostra quanto sia importante badare alla propria salute mentale, cosa che al momento faccio con estremo scrupolo, soprattutto alla luce dell’episodio psicotico di cui ho sofferto.

Eardrum

Continuo a scrivere alcuni post (con materiale preso dal web) dedicati ad argomenti di medicina che mi coinvolgono personalmente in seguito all’interesse che suscitano in me.

In human anatomy, the eardrum, or tympanic membrane, is a thin, cone-shaped membrane that separates the external ear from the middle ear in humans and other tetrapods. Its function is to transmit sound from the air to the ossicles inside the middle ear, and then to the oval window in the fluid-filled cochlea. Hence, it ultimately converts and amplifies vibration in air to vibration in fluid. The malleus bone bridges the gap between the eardrum and the other ossicles.[1]

Rupture or perforation of the eardrum can lead to conductive hearing loss. Collapse or retraction of the eardrum can cause conductive hearing loss or cholesteatoma.

(Source: Wikipedia)

Question time: Qual è il rischio più grosso che credi di aver corso?

Ho comprato la 600 rottamata in seguito ad un incidente  in cattive condizioni: pneumatici, freni, ammortizzatori e quant’altro lasciavano molto a desiderare.
Una volta in autostrada, quando guidavo da pochissimi mesi, nei pressi dell’uscita di Napoli (con l’auto così malamente ridotta) sono stato seguito a distanza ravvicinata da una BMW e spinto ad accelerare oltre i 90 km/h in curva. Credo che la mia macchina abbia dato cenno di voler girare su sé stessa ed è stato letteralmente terrificante.
Gli accadimenti del genere durante la guida sono stati molti: ad esempio, in altre due occasioni, ho sofferto di pesanti colpi di sonno. Una volta ho proprio chiuso gli occhi e mi ha riscosso il rumore dell’auto che urtava contro il guardrail, cosicché ho avuto il tempo di aggiustare la traiettoria.
Si sa che attraverso avvenimenti del genere si migliorano le proprie abilità, nonostante tutti dobbiamo soggiacere ai limiti della fisica.
L’importante è esserne usciti fuori vivi.

In punizione!

Forse il primo ricordo che ho risale a quando avevo pochissimi anni, quattro o anche meno.
Mio padre mi aveva avvertito di comportarmi bene e non buttarmi per terra a fare i capricci, sennò mi avrebbe punito severamente.
Me lo disse una volta e io gli disubbidii, poi la seconda, la terza, e altre ancora, finché egli fu costretto a mettermi in castigo.
Questa punizione, aspra e severa, durò un’intera giornata e non la riferirò in questa sede. Ma, durante quelle interminabili ore, mi interrogai: perché ho disubbidito così tante volte, nonostante fossi stato avvertito?
Era come se qualcosa mi avesse preso e si fosse impadronita della mia volontà. In realtà la psicologia ci insegna che certi bambini sono naturalmente dispettosi, e penso questo sia il motivo, ma è stato così pressappoco da quando sono nato.

What about you?

Gastrointestinal tract

Continuo a scrivere alcuni post (con materiale preso dal web) dedicati ad argomenti di medicina che mi coinvolgono personalmente in seguito all’interesse che suscitano in me.
In particolare quest’argomento mi attrae poiché sto soffrendo di tenesmo con sanguinamento a partire dall’anno 2009, con qualche periodo di tregua.

The gastrointestinal tract, also known as the gut or alimentary canal, is a tube by which bilaterian animals (including humans) transfer food to the digestion organs.[1] In large bilaterians, the gastrointestinal tract generally also has an exit, the anus, by which the animal disposes of solid wastes. Some small bilaterians have no anus and dispose of solid wastes by other means (for example, through the mouth).[2]

Animals that have gastrointestinal tracts are classified as either protostomes or deuterostomes. The digestive tract evolved separately in these two clades, an example of convergent evolution. The clades are distinguished based on their embryonic development: protostomes develop their mouths first, while deuterostomes develop their mouths second. Protostomes include arthropods, molluscs, and annelids, while deuterostomes include echinoderms and chordates.

The gastrointestinal tract contains thousands of different bacteria, but humans can be divided into three main groups based on those most prominent in the human gastrointestinal tract.[3]

For more specific information on digestive organs, see specialized organs and behaviours.

(Source: Wikipedia)

Colon

Continuo a scrivere alcuni post (con materiale preso dal web) dedicati ad argomenti di medicina che mi coinvolgono personalmente in seguito all’interesse che suscitano in me.

The large intestine, also called the colon or the large bowel, is the last part of the digestive system in vertebrates. Water is absorbed here and the remaining waste material is stored as feces before being removed by defecation.[1]

Terminologia Anatomica, Medscape, and Gray’s Anatomy define the large intestine as the combination of the cecum, colon, rectum, and anal canal.[2][3] Other sources, such as Mosby’s Medical Dictionary and the Oxford Dictionaries of Medicine and Biology exclude the anal canal.[4][5][6] In humans, it begins in the right iliac region of the pelvis, just at or below the waist, where it is joined to the end of the small intestine. It then continues up the abdomen, across the width of the abdominal cavity, and then down to its endpoint at the anus. Overall, in humans, the large intestine is about 1.5 metres (4.9 ft) long, which is about one-fifth of the whole length of the gastrointestinal tract.[7]

(Source: Wikipedia)

Pagina 10 di 39« Prima...89101112...2030...Ultima »