Perle della chat pubblica e privata

In chat pubblica:


Prego, prego. Ecco, costui di sicuro è un maestro nella captatio benevolantiae.


Ma come, uno non solo te lo succhia, poi ti deve pure pagare? Avrei capito di più il contrario.


Wow, è il primo annuncio del genere che vedo. Ignoro però cosa sia un babaliscio.
Almeno, comunque, è una richiesta diversa dalle solite proposte fottitorie in multitasking.
Così giovani, poi! Vi offrirei volentieri il caffè e qualche coccola che, come si sa, è importante per cementare i sentimenti seri :D

Andiamo in privato, su Msn:

Evviva la nonchalance! Mi piaci tanto ma, oltre a non cercare scopate, non credo potrei mai assumermi questa responsabilità.
Oddio, però mi metto a riflettere: è maggiorenne e ha il diritto di scegliere. Eppoi, mica ha l’imene? Esiste davvero questa cosiddetta verginità gaya?

Ecco, c’è qualcosa di peggio del chiamarmi amore quando nemmeno mi si conosce, anche se onestamente speravo di no.



Questo è un post di admin scritto in data 17 settembre 2011 alle ore 11:00 e appartiene alla categoria Gay life. Puoi seguire i commenti a quest'articolo attraverso un feed apposito. Sei invitato a lasciare un commento. Non è consentito il ping.

Scrivi un commento

Protected by WP Anti Spam