Senza titolo

Sono dolorantissimo: ho preso una brutta caduta ed ho battuto con la spalla per terra.
A distanza di diverse ore, ancora non riesco a muoverla senza dolore.
Spero passi presto: non vorrei fermarmi con la palestra e le spalle sono delicatissime, potrebbero incasinarmi molto a lungo, anche per mesi. Che cazzo.

Sono tornato da un giro, quattro chiacchiere con un tipo, per avere un po’ di compagnia.
Dovevo andare a Giugliano: decisamente, la circumvallazione esterna è tra le strade più a rischio del napoletano, soprattutto perché la gente si immette a tutta velocità senza manco guardare, dando per scontato che tutti viaggino a 150 all’ora a sinistra; allora ho  dovuto attivare gli abbaglianti ad ogni immissione – in modo da annunciare con maggiore anticipo la mia presenza – e ho abbrancato la speranza di non incontrare nessuno più cretino dello standard medio. Che è già piuttosto elevato.

Ora che sono a casa, e i dolori si fanno sentire, non so perché mi ha assalito un’immensa tristezza. Del tipo che ti senti spaesato ed impotente.

Meglio non pensarci e provare a dormire.
Forse è che a volte vorresti aggrapparti ai tuoi sogni e più lo fai, più li discacci; forse è che bisognerebbe accettare ciò che la vita ha stabilito per noi, ciò ch’è decisamente passato, ciò ch’è mutato.

Forse…
Buonanotte.



Questo è un post di admin scritto in data 25 giugno 2011 alle ore 01:43 e appartiene alla categoria Personale. Puoi seguire i commenti a quest'articolo attraverso un feed apposito. Sei invitato a lasciare un commento. Non è consentito il ping.

2 commenti

  1. Dario ha detto:

    we sei venuto dalle mia parti, hai fatto conoscenza con la circumvallazione esterna che io prendo tutti i giorno per andare a lavoro visto che lavoro proprio sulla circumvallazione… non pensare male però :D
    Mi dispiace per la spalla spero guarirai presto

    Ciao

  2. admin ha detto:

    Eri tu quello che mi ha tagliato la strada, eh? :P :D

    Ciao ^^

Scrivi un commento

Protected by WP Anti Spam